La Storia

L' Impresa Abate S.r.l. nasce nel 1971 sotto forma di ditta individuale quando all'età di 26 anni Giuseppe Abate decide di intraprendere l'attività, seguendo la propria volontà di autodeterminazione professionale. Da solo, senza l'ausilio di una solidità economica familiare, inizia a muoversi nel mondo del movimento terra con l'acquisto di una terna, offrendo il servizio di noleggio alle grandi imprese operanti sul territorio. Il "servizio alle imprese" è dunque il primo passo per l'acquisizione di esperienza , l'accreditamento sul mercato e la creazione di una base finanziaria in grado di dare impulso alla propria innata capacità imprenditoriale. E' così che in breve tempo passa da unico soggetto operante all'assunzione dei primi dipendenti ed all'acquisto di nuovi macchinari.
In pochi anni la Ditta Abate Giuseppe si aggiudica lavori sempre più rilevanti caratterizzando la propria crescita attraverso le fasi di cambiamento e riassetto territoriale-industriale di Livorno; offre un esempio il riempimento dei fossi cittadini.
E' l'intuito operativo e progettuale a guidare l'attenzione di Giuseppe Abate verso ambiti di attività allora poco esplorati: sono le prime operazioni di riciclaggio degli scarti edili, dalle quali trae un forte slancio per l'entrata nel mercato delle realizzazioni urbanistiche.
Attraverso importanti collaborazioni d'impresa la ditta ha presto l'opportunità di confrontarsi sul piano delle demolizioni, un campo nel quale avrà la possibilità di esprimere tutto il proprio potenziale in termini di precisione e qualità.

Sul finire degli anni 80 si allarga la rete di interazione commerciale a livello nazionale venendo in contatto con realtà di grande rilevanza grazie alla fornitura e posa in opera di inerti durante la creazione della rete stradale e autostradale dell'Italia 90. Nello stesso periodo comincia il rapporto di collaborazione con Gioachino Spedale, le cui potenzialità gestionali si integrano perfettamente all'entusiasmo operativo di Giuseppe Abate, segnando un decisivo punto di svolta nello sviluppo dell'attività. La spinta propulsiva non si esaurisce dunque nel settore del movimento terra, al contrario gli ambiti lavorativi continuano a diversificarsi con l'acquisto della prima cava di estrazione, l'attuazione di un grande progetto di risanamento ambientale ed una serie di investimenti strategici volti alla realizzazione di un impianto di riciclaggio di inerti gestito dalla società C.Li.r.i. S.r.l.. L'interesse verso le operazioni di recupero, già manifestato precedentemente, è simbolo della capacità previsionale dell'azienda ed in particolare del suo fondatore, che progetta la realizzazione del primo impianto di riciclaggio presente sul territorio livornese.

Nel 1998 cambia la forma giuridica dell'attività che da ditta individuale passa all'attuale Abate S.r.l. mantenendo Giuseppe Abate alla guida dell'impresa come Amministratore Unico e Direttore Tecnico e coinvolgendo due soggetti protagonisti della crescita dell'azienda: Gioachino Spedale dirigente amministrativo e Fabio Gradassi Direttore Tecnico. Entrano in società anche le figlie, Antonella e Valeria, il cui impegno all'interno dell'azienda è segno tangibile di continuità.
La formazione del personale rappresenta un punto di forza e di distinzione della società rispetto alle altre realtà presenti sul mercato: dai propri dirigenti, professionalmente cresciuti all'interno dell'azienda, ai collaboratori tecnici ed al personale operaio, in gran parte accolti al momento dell'ingresso nel mondo del lavoro. Questa "trasmissione del sapere" caratterizza l'impresa non soltanto da un punto di vista esperienziale, ma anche relazionale creando all'interno dei legami di collaborazione che vanno oltre ai consueti rapporti di lavoro. Altro segno distintivo riguarda la costante ricerca e l'innovazione di tecniche e macchinari, in modo da mantenere sempre una posizione d'avanguardia sul mercato.

L'affidabilità unita all'estrema cura di ogni dettaglio e alla determinazione nella soddisfazione del Cliente fanno si che l'Impresa Abate S.r.l. sia un interlocutore di riferimento nei momenti di cruciale sviluppo del territorio: dal 2000 partecipa alla costruzione della più vasta area logistica della Toscana (Interporto Toscano Amerigo Vespucci), realizza le prime vasche di colmata del Porto di Livorno (Darsena Toscana) e contribuisce alla trasformazione del Cantiere Navale Orlando con la demolizione dello Scalo Morosini ed il rifacimento della rete interna di urbanizzazione. Amplia ulteriormente le sfere d'intervento sino ad insinuarsi nell'ambito delle costruzioni (civili ed industriali): questo settore rappresenta l'anello di congiuntura di un cerchio che rende la Abate S.r.l. un'impresa globale in grado di intervenire in qualsiasi ambito riguardante il mondo dell'edilizia industriale.