• Home
  • » Realizzazioni
  • » Intervento di completamento della banchina ubicata nel tratto del Canale dei Navicelli a nord della Dogana d’acqua in corrispondenza del circolo “Il Marzocco”
 

Demolizione di un fabbricato in muratura portante e scavo di sbancamento per la realizzazione delle nuove fondazioni.

Descrizione dell'opera:Demolizione con l'ausilio di mezzo meccanico munito di braccio da ...

Lavori di realizzazione di palancolato perimetrale

Descrizione dell'opera:Esecuzione di pulizia preliminare dell'area ...

Lavori urgenti per la riparazione e messa in sicurezza delle infrastruttre portuali - Porticciolo di Antignano (Li)

Opere marittime per la rifioritura di scogliera in massi naturali; consolidamento del piede di ...

Opere edili di assistenza alla realizzazione del nuovo impianto di illuminazione pubblica in zona centro città 3° lotto

L'opera consiste nella realizzazione di scavi a sezione obbligata, con posa del cavidotto ...

| Archivio

 
 

Intervento di completamento della banchina ubicata nel tratto del Canale dei Navicelli a nord della Dogana d’acqua in corrispondenza del circolo “Il Marzocco”

Denominazione cantiere: Intervento di completamento della banchina ubicata nel tratto del Canale dei Navicelli a nord della Dogana d’acqua in corrispondenza del circolo “Il Marzocco”
Localizzazione: Via S. Orlando – Via della Cinta esterna (LI)
Committente: Autorità portuale di Livorno
Categoria prevalente: OG7 1° classifica
Tipologia dell'appalto: Procedura negoziata
Importo dei lavori: €. 390.864,20 €
Referenti Tecnici: Antonio Capuano
Consegna lavori: Dicembre 2011

L'intervento di completamento della banchina è stato progettato tenendo conto della salvaguardia del paesaggio e delle emergenze storiche presenti e della necessità di dare funzionalità alla sponda, senza sottovalutare le problematiche cantieristiche generate dai limitati spazi disponibili e dalle difficoltà di accesso alla banchina stessa.
Le murature dell'antica difesa spondale, di rilievo storico e culturale, saranno tutelate attraverso l'interruzione del palancolato e del relativo cordolo di coronamento, e la ristrutturazione secondo tecniche non invasive.
L'intervento prevede: il rinforzo e il completamento della difesa spondale, la realizzazione della delimitazione della banchina con la predisposizione di servizi (acqua, illuminazione, etc.), la realizzazione di una scogliera con impiego di massi naturali ed infine la posa in opera di pavimentazioni e finiture.